Dodici termini che ogni webmaster dovrebbe conoscere

I termini più usati in ambito hosting per muoversi in maniera disinvolta nella creazione del nostro primo sito web.

0
488
views

Se stai per creare un sito, o hai in mente di buttarti sullo sviluppo di siti web, la prima cosa che dovrai fare, è trovare un hosting per il tuo, o i tuoi, siti web, e probabilmente potresti incontrare qualche difficoltà nel processo di apprendimento del gergo che dovrai conoscere.
Per semplificare le cose, abbiamo raggruppato un insieme di importanti termini comuni nel mondo del web hosting che pensiamo che ogni sviluppatore di siti web dovrebbe conoscere.

1. Hosting Provider

La prima parola chiave. Un Hosting Provider, come HostingPartner, è un’azienda che fornisce ai clienti le risorse necessarie per connettere i loro siti web a internet. Loro dispongono dei server e dei software necessari per ottenere questo scopo e affittano degli spazi su questi server, sui quali i clienti possono inserire i file dei loro siti.

Gli hosting provider inoltre fanno manutenzione costante sui server, mantenendoli sempre attivi, ottimizzandoli per le performance migliori e la sicurezza da attacchi hacker e virus. Inoltre, forniscono un insieme di servizi essenziali, come e-mail, registrazione domini e backup.

2. Server

Un server è un computer configurato per “inviare” le pagine di un sito web ai browser degli utenti. Per farlo, usa l’HTTP (HyperText Trasfer Protocol), per mandare i file necessari per formare una pagina web quando qualcuno clicca su un link o digita un indirizzo sul browser.
Quando pubblichi un sito web, i file che usi per crearlo sono contenuti in un server, grazie al quale possono essere letti su internet.

3. Server Linux

Un server linux è un server che utilizza il sistema operativo Linux.
Linux è il sistema operativo più usato sui server ed è molto probabile che un sito web sia ospitato su un server Linux.
Una delle ragioni per la sua popolarità è che Linux è compatibile con molte applicazioni necessarie per pubblicare un sito web.

4. Server Windows

Un server Windows utilizza un sistema operativo Windows.
I siti web potrebbero aver bisogno di questo tipo di server se devono utilizzare qualche feature specifica di Windows (es. estensioni di FrontPage, ASP, ecc…), che li rendono compatibili solo con un server Windows.
Questi server, di norma, sono più costosi dei server Linux.

5. Shared Hosting (o Hosting Condiviso)

Gli Shared Hosting sono la soluzione hosting più economici e alla portata di tutti i webmaster e sono ideali per piccoli siti o blog personali. Sono chiamati Shared Hosting perché molti spazi web sono contenuti sullo stesso server e condividono insieme le sue risorse, es. memoria, CPU, e banda.

6. Hosting VPS

Il livello succesivo rispetto a uno shared hosting è il VPS, o Virtual Private Server. Il VPS è una macchia virtuale, creata su un singolo server, assieme ad altre.
Nonostante anche in questo caso viene condiviso l’hardware con gli altri VPS, ogni singolo VPS è totalmente indipendente dagli altri presenti sul server. Questo significa che tu avrai più risorse a tua disposizione e più libertà sui software che puoi installare e configurare sul tuo virtual server.

7. Server Dedicato

Quando acquisti un server dedicato, hai un intero server completamente a tua disposizione per le tue necessità e puoi installare ed eseguire qualsiasi applicazione di cui tu abbia bisogno per la tua attività. Inoltre, in alcuni casi, hai la possibilità di scegliere alcune parti dell’hardware e come configurarle.
I server dedicati hanno uno spazio disco molto ampio e offrono enormi risorse. Questo li rende un po’ costosi, ma se hai un grosso sito, che fa molto traffico, allora avrai necessità di un server dedicato.

8. Cloud Hosting

Il Cloud Hosting è dove tu pubblichi il tuo sito da un cloud. In altre parole, viene ospitato su un virtual server che risiede in una rete di server fisici anziché su un singolo server fisico o virtuale.
Il cloud hosting, come il server dedicato, è l’ideale per grossi siti. E’ specialmente utile per coloro che hanno un traffico molto variabile e hanno bisogno di scalare volta per volta le risorse a seconda della situazione del momento.
Il cloud rende più fattibile l’acquisto per chi possiede un sito, in quanto viene offerto un’opzione di credito ricaricabile per estendere le risorse.

9. Dominio

Un dominio è ciò a cui molte persone si riferiscono per indicare il nome del loro sito web.
Il dominio di HostingPartner è HostingPartner.it.
I domini sono una combinazione di due elementi: il nome del dominio, come “hostingpartner”, e l’estensione, il “.it”.
Se il nome del dominio che desideri non è ancora stato registrato, puoi usare qualsiasi nome desideri (tranne per alcune eccezioni).

Per le estensioni c’è ora una folta scelta. Di norma queste, definiscono il tuo sito. Per esempio, “.com” si riferisce ad attività commerciali, “.org” è usato dalle organizzazioni no-profit, “.edu” viene usato da chi si occupa di educazione o istruzione, “.co.uk” è usato per le attività del Regno Unito, ecc.. Tu dovresti quindi sceglierne una che è più appropriata per il tuo sito web.

10. URL

Una URL, che sta per “Uniform Resource Locator”, è essenzialmente un indirizzo web. E’ quello sul quale clicchi o digiti in un motore di ricerca per aprire una pagina sul tuo browser. Ogni pagina, articolo e immagine sul tuo sito web ha la sua URL. Per esempio, l’indirizzo della nostra home page è https://www.hostingpartner.it, l’indirizzo del nostro blog è https://blog.hostingpartner.it e l’indirizzo dell’immagine del nostro logo è https://hostingpartner.it/templates/hostingpartner722/lang-italian/html/img/hostingpartner.png.

11. Indirizzo IP

Dietro ad un indirizzo URL, tutti i siti web hanno un indirizzo IP (Internet Protocol). L’IP è un numero univoco (es. 130.191.123.12) che è assegnato a un dispositivo sulla rete. Una URL non può essere compresa da un computer, quindi, quando qualcuno digita un indirizzo in un browser, viene reindirizzato a un indirizzo IP, che un computer può quindi comprendere.

12. DNS

DNS è l’abbreviazione di “Domani Name Server”. Un DNS è il collegamento tra l’URL e l’indirizzo IP. Quando clicchi o digiti un’URL, il DNS trova il server che ospita il sito web che stai cercando in modo che venga mostrato sul tuo browser.

Quando crei un sito web, devi registrare il tuo dominio.
Se chi registra ill tuo dominio e il tuo hosting provider sono la stessa azienda, questo semplifica di molto le cose. Ad ogni modo è possibile avere le due cose fornite da aziende differenti.

Conclusioni

Speriamo che questo elenco che ti abbiamo fornito ti sia utile per capire qualche aspetto tecnico per la creazione del tuo sito durante la scelta del tuo hosting provider.

Se stai prendendo in considerazione l’idea di creare un sito e stai cercando prezzi abbordabili per un piano di hosting compreso di strumenti utili e assistenza tecnica 24h/7, dai un’occhiata alla pagina dei nostri piani di hosting.