Qual è la Soluzione Migliore tra Web Hosting e Site Builder Online?

0
735
views
web hosting vs site builder

E’ molto semplice oggi imbattersi in annunci che ti invitano a creare il tuo sito web tramite un site builder: piattaforme che ti permettono di creare facilmente un sito web senza la necessità di avere competenze di scrittura di codice. Questi servizi semplificano molto la vita di chi vuole creare un sito, ma una volta fatto, si è spesso legati ad una compagnia di hosting che potrebbe non offrire tutte le opzioni di cui un’attività in crescita ha bisogno.
In questo articolo confronteremo i web hosting con i site builder in modo da fornirti indicazioni che potranno aiutarti a prendere una decisione.

Cos’è un Hosting Web?

In qualunque maniera deciderai di creare il tuo sito web, avrai bisogno di appoggiarti anche ad un hosting provider. Il web hosting è un servizio che fornisce il server sul quale il tuo sito e tutti i suoi contenuti vengono ospitati. Senza di esso, il tuo sito non sarà accessibile su internet. Il tuo hosting provider ha il compito di assicurarsi che il server sul quale risiede il tuo sito sia controllato e mantenuto funzionante. In altre parole, si assicura che il server continui a fare sì che il tuo sito rimanga online e che i software necessari al suo interno siano aggiornati e correttamente configurati.

Quando scegli di usare un site builder, nonostante ottieni una soluzione facile per creare il tuo sito, potresti essere costretto a usare un servizio di hosting dell’azienda che fornisce il site builder. Qui è il punto in cui molte attività iniziano a riscontrare problemi.

Site Builder vs Hosting Tradizionale

Aree di competenza

La prima cosa di cui essere consapevoli è che i servizi con site builder online sono specializzati nel creare software per costruire siti web. Di contro, gli hosting web, sono specializzati nel fornire servizi di hosting. Quindi, nonostante potresti trovare facile e veloce creare e pubblicare il tuo sito web online, una volta fatto, potresti non ottenere la stessa qualità di hosting che avresti da un hosting provider.

Se qualcosa va storto con i tuo sito, un buon web hosting può fornirti assistenza 24/7 per 365 giorni all’anno tramite tecnici esperti. Se questo avviene con un’azienda che fornisce un site builder, la competenza tecnica per la pubblicazione di un sito web potrebbe essere scarsa, o potrebbe persino essere affidata a terzi.

Scegliere l’hosting adatto

Quando scegli un servizio di hosting ci sono alcuni elementi base di cui hai bisogno:

  • sufficiente spazio disco per ospitare tutti i file e contenuti del tuo sito
  • sufficiente memoria e potenza del processore per assicurare al tuo sito di funzionare al meglio in tutte le sue parti
  • sufficiente traffico mensile (la quantità di dati che il tuo sito può inviare e ricevere) per essere visitato da tutti i visitatori che otterrai

Quando osservi un hosting di un site builder, potresti scoprire che questi aspetti sono limitati o disponibili solo ad alcuni livelli più costosi e account premium. E questi sono solo aspetti base. Ci sono molte altre cose da considerare. Se avvii uno shop online, per esempio, avrai bisogno di un certificato SSL per rendere il tuo sito abbastanza sicuro per ricevere pagamenti online. Alcune compagnie di site builder potrebbero non fornire questa opzione o, se lo fanno, potrebbero non fornire il supporto per aiutarti nel gestire l’implementazione sul tuo sito web. Dovrai inoltre considerare la sicurezza del sito, i backup, le caselle e-mail, siti addizionali, gestione domini, ecc.. Controlla che ogni site builder online fornisca supporto per queste cose prima di fare una scelta.

Potenziale per la Crescita

Molte aziende iniziano il loro sito web usando quello che è conosciuto come shared hosting (o hosting condiviso), nel quale molti piccoli siti sono ospitati insieme in un grosso server. Questo è il motivo per cui molte aziende di site builder offrono solo shared hosting. Per l’hosting provider, lo shared hosting è l’offerta più bassa che viene messa a disposizione.

Una volta che il sito web decolla e la tua attività cresce, potresti aver bisogno di tipi di hosting superiore, quali VPS o server dedicati, che ti permettono di avviare siti più grandi, gestire più traffico e molte più funzioni. Alcune aziende li usano per installarci ed eseguire tutti i loro software e non solo i siti web.

Se il tuo sito cresce ed hai bisogno di un VPS o di un server dedicato, potresti non avere scelta che migrare il tuo sito su un hosting tradizionale. Questa può essere una procedura complicata molte volte, inoltre, se il sito web che hai creato è stato sviluppato usando un software disponibile solo dal servizio del site builder, è difficile che possa essere supportato da un hosting esterno. In quel caso, dovrai ricreare il tuo sito da zero.

Se usi un hosting tradizionale, spostare un sito da un hosting provider a un altro è molto meno complicato. Un buon hosting, inoltre, spesso si occupa lui stesso di migrare il tuo sito al tuo posto, mentre tra i servizi del site builder potrebbe non avere tecnici in grado di farlo.

Fai attenzione alle limitazioni

Se scegli di creare il tuo sito con un servizio di site builder, controlla attentamente le limitazioni al tuo account. Alcuni account base, per esempio, prevedono che il tuo sito contenga annunci di servizi o mostrare il loro logo nel nome del tuo sito. Tutto questo renderà l’aspetto del tuo sito meno professionale.

Alcuni account limitano il numero di prodotti che puoi avere nel tuo negozio online o il numero di pagine che puoi avere sul tuo sito. Addirittura, alcuni account site builder ti addebitano una percentuale per ogni vendita che fai dal tuo sito in aggiunta alla tua tariffa mensile.

Niente di tutto questo si verifica invece con gli hosting web tradizionali.

Controlla le differenze di prezzo

Quando confronti simili livelli di servizio con un hosting web, potresti scoprire che un servizio di site builder è più costoso. Una delle ragioni è che un web hosting usa il suo datacenter per ospitare il tuo sito; un servizio di site builder potrebbe ospitare il tuo sito sui server di qualcun altro. Fare ciò è ovviamente più costoso. Sono inoltre consapevoli che quando un utente confronta i prezzi, il focus cadrà sulle funzionalità del site builder, non sull’hosting. E’ più facile comprendere come funzioni un site builder. Tuttavia, quando confronti piani di hosting simili di un web hosting con quelli di un site builder, la differenza può essere notevole.

Un site builder è davvero la via più facile per creare un sito web?

I site builder forniscono una via facile per costruire un sito, ma non sono l’unica via. I CMS, come ad esempio WordPress, non sono solo molto facili da usare, ma hanno tantissime funzionalità. WordPress, per esempio, è completamente gratuito, funziona su qualsiasi piano di hosting Linux e Windows, può essere installato in un click dal pannello di controllo fornito dal tuo hosting provider (o spesso viene fornito pre-installato) e non richiede competenze di sviluppo web o codice.

Inoltre è possibile trovare migliaia di temi WordPress e plugin disponibili in rete, più di quelli che può fornire un site builder, consentendoti di creare qualsiasi tipologia di sito senza bisogno di costi aggiuntivi o upgrade dell’account, ed è disponibile una quantità enorme di supporto gratuito online per aiutare l’utente nelle difficoltà che può incontrare.

Quindi, se l’unica cosa che ti induce a scegliere un site builder online anziché un web hosting tradizionale è la semplicità, dai un’occhiata prima a WordPress

Conclusione

I site builder offrono agli utenti con poca o nulla esperienza una soluzione molto semplice per creare piccoli siti. Tuttavia, questo lega l’utente ad un servizio di hosting piuttosto basico, offerta limitata per la crescita e può essere costoso se comparato ad uno shared hosting standard. Una facile alternatica, come WordPress, permette agli utenti un’ampia scelta di opzioni di hosting e rende più facile l’upgrade del sito in caso di crescita.

Se stai pensando di creare un sito per la tua attività, dai un’occhiata ai nostri piani di hosting shared e ai piani dedicati all’hosting WordPress.