Sette cose da controllare prima di scaricare un plugin WordPress

0
505
views
Plugin WordPress

Con oltre 50000 pluging WordPress gratuiti tra cui scegliere, sembra che abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Invece, avendo a che fare con una piattaforma open-source, chiunque può creare un plugin, e nonostante alcuni sviluppatori sono competenti ed esperti, altri hanno alcuni limiti sulle esigenze degli utenti. Questo significa che esistono un’infinità di varianti in merito alla qualità dei plugin disponibili.

Se sei uno di quegli utenti di WordPress stanchi di installare e testare plugin dopo aver trovato quello che sembra più adatto, in questo articolo, spiegheremo come identificare un plugin di buona qualità prima di installarlo.

Ecco sette cose che dovresti controllare per trovare un plugin WordPress di buona qualità:

1. Controlla quando è stato fatto l’ultimo aggiornamento

Il repository di WordPress mostra chiaramente quando un plugin è stato aggiornato l’ultima volta e, se stai accedendo tramite la tua Bacheca, sarai informato direttamente se è compatibile con la tua attuale versione di WordPress.

Oltre questa importante informazione, ciò che è importante sapere è che gli sviluppatori stanno ancora mantenendo il plugin aggiornato. Puoi controllarlo cliccando sulla pagina Sviluppo nell’homepage del plugin guardando sotto la voce Changelog. Questo ti darà i dettagli sugli aggiornamenti più recenti e cosa riguardano.

Se un plugin è regolarmente aggiornato significa che sarà meno vulnerabile agli attacchi hacker, più compatibile con altri plugin e temi e avrà un incremento delle tue funzionalità. Se non è stato aggiornato recentemente, potrebbe indicare che lo sviluppatore ha iniziato a dedicarsi ad altri progetti abbandonando il mantenimento del plugin.

2. Controlla l’ultima versione di WordPress su cui è stato testato

WordPress mantiene costantemente aggiornati i suoi file principali e quando lo fa, questo può avere implicazioni sulla compatibilità di alcuni plugin. Per restare funzionale, anche i plugin devono essere aggiornati. La voce “Testato fino alla versione” è sempre chiaramente mostrata nella pagina relativa al plugin.
Dunque, questo è un segnale di quanto lo sviluppatore si sta prendendo cura della sua creazione. Se il plugin è ancora importante per lui, lo ha sicuramente testato fino all’ultima versione di WordPress entro poche settimane dall’aggiornamento. Se questo non è accaduto, c’è una forte possibilità che forse un giorno diventerà incompatibile e avrà bisogno di essere sostituito.

3. Quante installazioni attive ha?

Fino a poco tempo fa, WordPress era solito informarti di quante volte un plugiin era stato scaricato. Ora, ci mostra la statistica più attendibile su quante installazioni attive sono presenti. Il dato sulle installazioni attive è utile perché è un accurata immagine su quanti siti stanno usando quel plugin in questo momento.

Quando stiamo cercando un buon plugin, non necessariamente abbiamo bisogno di sapere che questo abbia il più alto numero possibile di installazioni attive, ma quelli che ne hanno di più ci danno una chiara indicazione che molti utenti WordPress trovano che il plugin funzioni bene per loro.

Ad ogni modo, cliccando sul link Visualizzazione Avanzata, potrai confrontare il numero totale di download con installazioni attive. WP Super Cache, per esempio, ha oltre un milione di installazioni attive, ma è stato scaricato oltre 16 milioni di volte; questo ci dice che a 15 milioni di persone questo plugin non è piaciuto.

Confrontare i download con le installazioni attive è forse uno dei metodi migliori. Alcuni nuovi plugiin potrebbero avere meno installazioni attive, ma tu potresti trovarli più adatti rispetto a questa indicazione.

4. Controlla le valutazioni e le recensioni

Le Valutazioni sono utili perché sono valutazioni indipendenti degli utilizzatori di WordPress che hanno usato il plugin. Ovviamente, tenderai a cercare un plugin con una buona valutazione, ma fai attenzione nel caso in cui troverai una buona proporzione di valutazioni sia a cinque stelle che a una stella. Questo potrebbe indicare che il plugin lavora benissimo su alcuni siti, ma male su altri.

Se vuoi approfondire per avere informazioni più dettagliate, puoi leggere le recensioni inserite con i click delle valutazioni dal link “Vedi tutte”. Qui vedrai la lista di tutte le recensioni e cliccando sul titolo di una di queste potrai leggere la recensione per intero. Spesso queste recensioni potrebbero sollevare problemi a cui non avresti pensato, quindi è importante controllarle. Evita vecchie recensioni poiché alcuni problemi indicati

5. Leggi il profilo dello sviluppatore

Ogni sviluppatore ha un profilo WordPress al quale si può accedere da un link al fondo della pagina del plugin. Visitarlo può darti un’idea dell’esperienza che lo sviluppatore ha con WordPress e su quali altri progetti o plugin ha lavorato. Da questo puoi avere una panoramica sufficiente di quanto potrebbero essere buoni i suoi prodotti.

6. Quanto è buono il supporto?

Il tipo di supporto fornito dagli sviluppatori di un plugin è importante per glu utenti e WordPress ci mostra chiaramente quanti problemi sono stati risolti negli ultimi due mesi. Questo è probabilmente uno dei criteri più cruciali per scegliere un plugin, perché se il tuo sito si basa su questo, dovrai assicurarti che qualsiasi problema sarà risolto velocemente. Dovrai quindi cercare un plugin con un basso numero di problemi e un’alta percentuale di risoluzioni su questi. Un alto numero di problemi indica che ci sono molte cose che possono andare storte e un basso numero di problemi risolti ci dice che gli sviluppatori non seguono adeguatamente i problemi degli utenti.

Puoi inoltre cliccare sul pulsante “Vedi Forum di Supporto” per vedere i problemi che sono stati sollevati e la qualità delle risposte degli sviluppatori.

7. Altri suggerimenti per l’utente

Un altro modo con cui lo sviluppatore può aiutare l’utente è fornire informazioni extra sul plugin. A volte queste sono indicate nella pagina del plugin nei suggerimenti del form di installazione, nelle FAQ, negli screenshot, e a volte c’è un link diretto al sito dello sviluppatore.

Generalmente, uno sviluppatore che fornisce queste informazioni e questo livello di supporto per i suoi utenti è molto probabile che mantenga il plugin aggiornato sul lungo periodo e assista chi lo usa.

Conclusioni

La moltitudine di plugin gratuiti è una delle cose migliori per WordPress. Consentono di aggiungere molte funzionalità aggiuntive al proprio sito web senza costi. Ma ce ne sono così tanti disponibili che è possibile rimanerne sommersi.
Speriamo che le informazioni fornite in questo articolo possa aiutarvi a fare la scelta giusta in futuro.

Se stai sviluppando un sito in WordPress, dai un’occhiata ai nostri piani di Hosting WordPress, configurati appositamente per avere le migliori performance e sicurezza per il tuo sito.